in

PREGIUDIZI: Quando la nazionalità fa cambiare la notizia

Stampa… il pregiudizio! 

Riportiamo l’efficace analisi su come uno dei principali quotidiani nazionali, il Corriere della Sera, ha raccontato due fatti di cronaca simili che hanno visto protagonisti cittadini italiani e albanesi. 

L’articolo a firma di Darien Levani è stato pubblicato su Albania news. “Indovina chi ci viene a rapinare“. I tizi del Corriere, si sa, non guardano in faccia nessuno, almeno che questo non sia sei straniero. La conferma arriva con un “bel” (si fa per dire) articolo pubblicato. 
Già il titolo è tutto un programma “Cittadino italiano deruba due albanesi”   Sottotitolo “L’uomo, 44 anni, era ubriaco ed è stato arrestato”. Abbiamo già il primo elemento. L’uomo ha rubato in quanto ubriaco. L’importante è che bisogna sottolineare che il tutto può essere ridotto a una bravata dettata dall’alcool. Mal che vada, è un poverino che si è ubriacato. E chi sa come mai era abbastanza lucido da forzare la porta e prendere un computer e 260 euro.

Ma l’articolo va oltre. Infatti! Un italiano che ruba in casa di un albanese. E non viceversa, come invece accaduto a Recanati.

Con tanto di link a quello che è successo a Recanati dove il proprietario della casa ha sparato a un rapinatore albanese, uccidendolo. Come a dire, beh, questa volta sarà stato pure un italiano che ruba a casa di due albanesi, ma normalmente le cose dovrebbero andare molto diversamente, non dimenticatelo…

Ma cos’è successo. Lo vediamo solo alla fine dell’articolo.

Il ladro, che secondo la Questura era ubriaco, ha detto agli agenti di essere solito procurarsi da vivere in quel modo. Alle spalle ha numerosi precedenti di droga, furto, evasione e guida in stato di ebbrezza. Ora si trova in carcere a Ravenna in attesa dell’udienza di convalida.

L’albanese si trova quasi nella stessa situazione dell’italiano che è stato arrestato, sempre dalle pagine del Corriere. Solo che qui, trattandosi di un albanese, si mettono subito le carte in tavola.

Come? Ecco, con il primo paragrafo..

Un pregiudicato albanese, Klejdi Karaj, di 22 anni, da poco uscito dal carcere dove si trovava per associazione a delinquere e con numerosi precedenti per reati contro il patrimonio è stato arrestato dai carabinieri a Villafranca con le accuse di furto, rapina, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale.

Anche l’italiano è pregiudicato, ma l’articolo non lo dice, così come non dice quando è uscito dal carcere. Se l’albanese ha “numerosi precedenti per reati contro il patrimonio” l’italiano, beh, “ha detto agli agenti di essere solito procurarsi da vivere in quel modo”. Simpatico, no? L’albanese “è stato arrestato dai carabinieri“, l’italiano invece “si trova in carcere a Ravenna in attesa dell’udienza di convalida

Insomma, alcuni sono pregiudicati, altri sono solo ubriachi.

HAIFA WEHBE: La chanteuse libanaise fera une télé-réalité sur sa vie privée!

SCOLARITÉ ET ISLAM: Le proviseur interdit le voile en classe: “Mieux vaut ne pas provoquer les racistes”!