in

IMMIGRAZIONE IN ITALIA: Al massimo 90 giorni nei Centri di Espulsione. Ecco come chiedere di essere liberati

Nei Cie, la paura fa 90… giorni?  

Con il taglio dei tempi di permanenza appena entrato in vigore, molti migranti irregolari potrebbero trovarsi ingiustamente dietro le sbarre. I moduli di riammissione alla libertà preparati da ASGI (Associazione per gli Studi Giuridici sull’Immigrazione) e Antigone. 

alt

Con il taglio dei tempi di permanenza appena entrato in vigore, molti migranti irregolari potrebbero trovarsi ingiustamente dietro le sbarre. I moduli di riammissione alla libertà preparati da ASGI e Antigone. Sono entrate in vigore ieri le nuove norme che tagliano drasticamente i tempi massimi di permanenza nei CIE (Centri di Identificazione ed Espulsione) di cittadini stranieri presenti irregolarmente in Italia. 

In particolare, secondo le modifiche introdotte nel Testo Unico sull’Immigrazione, ora “il periodo massimo di trattenimento dello straniero all’interno del centro di identificazione e di espulsione non può essere superiore a 90 giorni”. Termini ancora più stretti per gli ex detenuti:  “lo straniero che sia già  stato trattenuto presso le strutture carcerarie per un periodo pari a 90 giorni puo’ essere trattenuto presso il centro per un periodo massimo di 30 giorni“. 

Gli stranieri trattenuti nei CIE che, alla scadenza di quei termini, non sono stati ancora rimpatriati, dovono quindi essere lasciati liberi. Le nuove regole valgono anche per chi già si trova dietro le sbarre. “Molti dei migranti attualmente presenti nei CIE potrebbero ancora in questo momento essere trattenuti in maniera illegittima” denuncia l’associazione Antigone. 

Antigone, in collaborazione con l’ASGI, ha quindi predisposto due moduli attraverso i quali  i migranti trattenuti oltre i nuovi termini previsti dalla legge possono chiedere si essere liberati. Li trovate qui sotto.

Si tratta di una legge importante. Speriamo ora si arrivi nel più breve tempo possibile a liberare tutte le persone indebitamente recluse in quei luoghi indegni di sofferenza che sono i CIE”, dichiara Patrizio Gonnella, presidente di Antigone e della Coalizione Italiana Libertà e Diritti civili. 

 

Modello 1 – Per chi è trattenuto da oltre 90 giorni 

Modello 2 – Per chi è trattenuto nei CIE dopo aver scontato 90 giorni di detenzione

Stranieriinitalia.it

SENEGAL: Me Abdoulaye Wade – “Macky a tenté de détruire ma famille, Je tenterai de le détruire lui et sa Famille”.

ORGANISATION INTERNATIONALE DE LA FRANCOPHONIE: Dakar abrite le 1er Forum économique de la Francophonie