in

MARATONA: Il risultato non “Mutai” quasi mai!

Fenomeni: uomini, nomi e omonimi!

Echi della maratona di New-York, la più celebre al mondo.

La corsa della Grande Mela è stata vinta dal keniano Geoffrey Mutai  col tempo di 2h 05’06”.
Fin qui niente di speciale; ma la cosa stranamente sorprendente è che il secondo arrivato, oltre ad essere pure lui keniano si chiama addirittura anche lui Mutai.
Come a dire, cambiano gli scenari ma, nelle maratone, il risultato non “Mutai” quasi mai: vincono i soliti keniani!

MARATONA: Con Firehowot, il “Dado” è ri-tratto!

TUERIE DE FIRENZE: Grande participation à la manifestation de la Communauté sénégalaise