in

CECILE KYENGE: “Il nuovo presidente della Repubblica? Magari fosse nero…”

Toto-nomine… al Totonero? 

L’ex ministra dell’integrazione e il toto Quirinale: “Serve uno che conosca bene i problemi dell’immigrazione“. La Lega Nord: “Allora candidiamo il nostro Toni Iwobi“.

alt

Mentre impazza il toto Quirinale, anche Cècile Kyenge prova a immaginare un nuovo capo dello Stato. Fino a esprimere, più volte negli ultimi giorni, un desiderio: “Vorrei un Presidente della Repubblica nero“. Più che il colore della pelle,  l’eurodeputata del Partito Democratico ed ex ministro dell’Integrazione indica le qualità del presidente ideale: “Una persona aperta, consapevole dei valori della multiculturalità e della diversità, e che conosca bene i problemi dell’immigrazione. Uno con una visione lungimirante come quella di Giorgio Napolitano, che ha avuto il coraggio di accettare un ministro nero“.

Kyenge, però, è realista. “Alla fine di gennaio non credo venga eletto un Presidente della Repubblica così: nella rosa dei nomi che sta girando, non ho visto un candidato adatto“.

Le parole dell’ex ministra provocano però come sempre l’immediata rezione del Carroccio. “Per il presidente della Repubblica non conta il conta il colore della pelle. Ma visto quello che ha detto l’ex ministro dell’Integrazione Cecile Kyenge, noi abbiamo la persona giusta al posto giusto: si chiama Toni Iwobi“,spiega Gian Marco Centinaio, capogruppo Lega Nord al Senato. Iwobi, origini nigeriane, è il responsabile immigrazione del Carroccio.

Ora vediamo“, aggiunge Centinaio, “se la Kyenge è disponibile a far votare ai suoi democratici parlamentari nostro Toni. E vediamo quanto si sbatterà per convincerlo. Toni è cittadino italiano, ha 59 anni, ha esperienze amministrative, conosce la politica e parla perfettamente la lingua inglese. Va bene, confrontiamoci sui nomi. La Lega candida Toni Iwobi, cosa dice il Pd?

ART CONTEMPORAIN: Les 10 Africains qui comptent – Omar Victor Diop (Cameroun)

DESSIN DU JOUR: Bluff de bœuf?